Il fattore transitivo del brand

Italiano ESPAÑOL ENGLISH

Yeguada Marín García

img021

STORIA
La Yeguada Marin Garcia nasce nel 1931 e nel 1966 cresce considerevolmente con alcuni lotti di fattrici provenienti dai fratelli Baones. Dal 1967 al 1981 l’allevamento cambia nome e proprietà per poi tornare alla famiglia con Jose Luis Marín García, che lo gestisce fino al 2001, data in cui muore e gli subentra Diego Marín, l’attuale gestore.
A parte la storia, qui vorremmo concentraci sulla sostanza, che c’è sempre stata. Sostanza in termini di cavalli eccezionali che hanno contributo a definire l’attuale prototipo PRE. Ecco alcuni nomi: Urano e Pampero V tra i maschi, Zancarronera e Trovadora tra le fattrici. La lista dei premi acquisiti dall’allevamento è lunga una pagina intera.

LA FINCA EL ZANCARRÓN
E’ un luogo semplice e ben organizzato, i cavalli possono vivere in libertà e riposare all’ombra di una fantastica pineta mediterranea. Vicino all’allevamento di San Juan del Puerto e Trigueros lavora Javier Marín Fidalgo, fratello di Diego. E’ un cavaliere che prepara anche i cavalli di famiglia per le competizioni e gestisce un centro ippico.

LA PASSEGGIATA
Abbiamo fatto una lunga passeggiata a cavallo con Diego Marín nei dintorni della finca. La bellezza dei luoghi è testimoniata dalle fotografie, quella della persona si evince da quanto segue.
Gestire un allevamento storico, anche se non antico, ha un suo carico di responsabilità. Chiunque abbia studiato i fattori di longevità delle imprese storiche sa che la proprietà è un “bene di passaggio” che va preservato e valorizzato per l’erede che seguirà. Ed è in questo fattore che crediamo ci sia la chiave di volta, la differenza e la particolarità degli allevamenti che hanno una storia. Chiave di volta perché un marchio storico ha qualcosa che altri non hanno e ti permette di fare cose che altrimenti non potresti fare. La storia fa la differenza. Si tratta di percorsi stratificati di eventi, di scelte e correzioni di errori che rendono grande un allevamento. Tali esperienze, se portano al successo, permettono di svolgere il compito spendendo il fascino del brand.
La particolarità di questi brand storici sta nel termine “retrobranding”. Il retrobranding è una materia affascinate che studia i fattori di successo nella gestione corretta della propria storia. Si diceva che un brand di questa portata è di passaggio: si passa di padre in figlio come un orologio di qualità, una casa di famiglia, quadri che ritraggono i nonni. Il compito del gestore è quello di ricevere un’eredità e gestirla in modo corretto per poi passarla ai proprio figli. In questa dinamica c’è una responsabilità che rende questi business diversi dagli altri. La differenza sta nel modello di proprietà, dove generalmente vigono le regole del libero commercio. Qui la proprietà è transitiva e si punta sui fattori di longevità più che su quelli di redditività.

Adesso vi dico di Diego. Un grande professionista, veterinario con enorme esperienza nel settore. Soprattutto, una persona intelligente e un conversatore colto.